Riflessione sull’aggravamento Omeopatico

Riflessione sull’aggravamento Omeopatico.

L'aggravamento Omeopatico comporta una catarsi non solo fisica ma anche, soprattutto, psichica nel senso di cambiamento di atteggiamento mentale, modo di ragionare e sentire che sono alla base del comportamento che ha prodotto e tenderebbe a riprodurre nuovamente lo stato di malattia.
Il comportamento fisico, biochimico, cioè la fisiologia del nostro organismo è figlia delle risultanti razionali ed emotive che nel procedimento di guarigione necessariamente si trovano a mutare quando il rimedio o i rimedi di una serie curativa innescano nuovamente l'aderenza del piano ecologico personale allo schema di salute intrinseco dal quale lo squilibrio aveva allontanato.
Spesso, se non sempre, il superamento della fase psichica ed emotiva rappresenta il momento più difficile, lo “scollinamento”, nel processo di guarigione.