F. A. Q. Omeopatia

 

Le domande più frequenti.

Ø  Che cosa é l'Omeopatia?

Ø  Che cosa é la Medicina Omeopatica?

Ø  Perché si assumono i granuli omeopatici lasciandoli sciogliere in bocca?

Ø  Perché il medico Omeopatico raccomanda di non togliere le verruche o almeno di attendere che non diano più sintomi o segni di attività?

1) Che cosa é l'Omeopatia?

E' un sistema di costruzione di farmaci ideato da S. F. C. Hahnemann, Medico e Chimico Tedesco, che ne elimina la tossicità.

La procedura di costruzione dei rimedi (farmaci) Omeopatici o farmacoprassia, attraverso la diluizione e la dinamizzazione progressive, ottiene questo risultato in modo che i rimedi Omeopatici sono completamente atossici, privi d’effetti collaterali e di qualsivoglia controindicazione.

Per le loro caratteristiche farmacodinamiche e gli effetti biologici, possono essere usati in contemporanea con qualunque altro farmaco o miscela, di cui riducono od eliminano completamente gli effetti tossici, promuovendo l'accelerazione della rimozione dei residui attraverso gli emuntori.

Questo é il motivo per il quale si associano, con brillantissimi risultati, i farmaci Omeopatici in corso di terapie altamente tossiche come ad esempio le chemioterapie.

L'associazione con Omeopatici permette inoltre di sfruttare il loro potere terapeutico spesso decisivo nelle sorti evolutive delle patologie gravi e nelle sindromi terminali.

Elenco F.A.Q

2) Che cosa é la Medicina Omeopatica?

E' un sistema Medico che esegue terapia attraverso l'uso di rimedi (o farmaci, che dir si voglia) Omeopatici.

Attraverso l'uso e lo studio degli effetti dei rimedi Omeopatici, si é ottenuto un cumulo di dati su relazioni anatomo funzionali e farmacodinamiche sconosciute alla Medicina sintomatica dei contrari od Allopatica.

Queste informazioni sono elencate e classificate nella Materia Medica Omeopatica ed estrapolate nel Repertorio Omeopatico.

Materia Medica Omeopatica e Repertorio costituiscono, in tal modo, la base per la prescrizione e la contemporanea diagnosi in quanto, proprio così, la diagnosi e la terapia, in Medicina Omeopatica, sono contemporanee ed inscindibili poiché si verificano reciprocamente.

Elenco F.A.Q

3) Perché si assumono i granuli omeopatici lasciandoli sciogliere in bocca?

La mucosa orale, in particolare nella zona sublinguale, é la più rapida e selettiva via d’assorbimento di farmaci uguagliata solamente dall’olfattiva, sicuramente, entrambe, più sicure, precise, rapide di qualunque altra compresa la via endovenosa da considerare, fra l’altro, molto imprecisa.

La necessità di un buon assorbimento induce a raccomandare cautela nell'uso di sapori forti, a lunga permanenza, a livello della mucosa orale che potrebbero ostacolare od inibire l'assorbimento dei farmaci Omeopatici (camomilla, menta, aglio, cipolla, balsamici, fumo di sigaretta, tabacco da masticare, the, caffè, ecc.) come, per altro, avviene anche per farmaci diversi, ad esempio la nitroglicerina, trinitrina, usata nell’angina pectoris.