La Cura Omeopatica

Suggerimenti e precauzioni:

Le dosi Omeopatiche devono essere assunte a bocca pulita, senza residui di sapori forti e persistenti (aglio, cipolla, camomilla, menta, eucalipto, balsamici, funghi, sostanze aromatiche, the, fumo di sigaretta, alcool, dentifrici con balsamici fortemente concentrati) che potrebbero pregiudicare l’assunzione del rimedio a livello della mucosa orale, via abituale d’assorbimento.
I sapori forti impegnano le papille e competono con l’assorbimento regolare dei rimedi.I rimedi vanno sciolti in bocca, possibilmente sotto la lingua, perché in questa sede avviene l’assorbimento massimale.Buona norma è che i granuli non siano toccati con le mani.Ottima norma igienica in generale, a maggior ragione durante una cura Omeopatica, è quella d’evitare completamente l’uso di deodoranti, creme, pomate, oli, shampoo antiforfora, prodotti cosmetici sulla pelle ed in particolare nelle zone a sudore specializzato (cuoio capelluto, pelle del viso, ascelle, pieghe degli arti, inguine, perineo, pianta dei piedi).Qualunque applicazione topica nelle regioni cutanee che dimostrino un’attività diversa dalla normale, ad esempio le eruzioni cutanee sul mento o nelle guance durante la fase mestruale, l’eruzione perianale o perineale del neonato (l’eruzione cutanea ha sempre significato d’eliminazione di tossine attraverso la cute), sarà, in ogni caso, evitata.I profumi saranno applicati fuori delle zone ad attività sudorifera.Oltre a mantenere libere le zone cutanee destinate all’eliminazione di sostanze tossiche, si ottiene lo sfruttamento massimale della funzione respiratoria e nervosa della pelle.Per l’igiene personale sono consigliati sapone neutro (sapone di Marsiglia), shampoo neutro, lavanda intima neutra e non contenente farmaci (la secrezione vaginale ha il medesimo significato dell’eruzione cutanea).