ALLARME OMEOPATIA AZIENDA DR. RECKEWEG LETTERA AI MEDICI

    DR. RECKEWEG LOGO      Via Firenze, 3420069 - Trezzano Rosa (MI) Te/. 02 90 93 13 250Fax 02 90 93 13 211e-mail: imo @omeoimo.it                                  12168  459

DR. RECKEWEG;"'Italia s.r.t    www.omeoimo.it

PREG.MO DOTTOR MOSCONI PAOLO

VIA DEl PACERI, 84/B

CENTRO MED.NATURALI

47890 SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO - RSM 

Dr.RECKEWEG Omeopatia Europea

Come lei sicuramente saprà, il 2015 sarà un anno epocale per l'Omeopatia in Italia.

Dal 1° gennaio 2016, infatti, grazie all'attuazione da parte dell'Agenzia Italiana del Farmaco della Direttiva Europea 92/73/CEE, come previsto dal D.lgs. no185/95 e successive modifiche ed integrazioni, il medicinale Omeopatico potrà uscire dall'ombra in cui è stato relegato in questi ultimi decenni e, ricevendo finalmente l'Autorizzazione all'Immissione in  Commercio, godere di tutti gli onori che da sempre spettano alle specialità della medicina allopatica.

Sappiamo bene che il processo regolatorio attualmente in corso, come del resto ogni cambiamento, genera nei confronti di tutti, operatori della salute e Pazienti, parecchie incertezze e numerose ansie sul futuro dell'Omeopatia in Italia.

Tuttavia, non tutto il male viene per nuocere: se da una parte il nostro mondo dovrà sottostare ad una regolamentazione più rigida, finalizzata poi ad una ulteriore garanzia di qualità e sicurezza del medicinale Omeopatico, dall'altra si potranno finalmente aprire una serie di opportunità promosse dalla caduta della barriera alle registrazioni, vigente dal 1995,·che, da allora, ha impedito, di fatto, ogni innovazione tecnica sul medicinale Omeopatico.

"La Dr. Reckeweg è un'azienda farmaceutica Omeopatica- spiega Michael Reckeweg, presidente della casa madre tedesca, che opera sul mercato internazionale da quasi settant'anni, arrivando oggi a distribuire i propri prodotti in più di 40 paesi nel mondo.

Da sempre il marchio Dr. Reckeweg è universalmente sinonimo di tradizione, qualità ed efficacia in Omeopatia. In questi lunghi anni, quattro sono state le generazioni della mia famiglia che si sono succedute nella gestione dell'azienda, da poco, infatti, mia figlia Natalie ne ricopre il ruolo di Amministratore Delegato. Come si sono susseguite le generazioni nel coordinamento delle attività, cosl si sono evolute le tecniche produttive e le formulazioni delle varie specialità. Siamo quindi veramente felici di poter finalmente esportare anche in Italia, il nostro know-how di prodotto che abbiamo maturato in questi ultimi vent'anni."

"La  Direttiva 92173/CEE, precisano Natalie Reckeweg e David Reckeweg Lecompte attuali AD dell'azienda, riguarda tutti gli stati membri della Comunità Europea: in questi ultimi anni la Dr. Reckeweg ha maturato una ragguardevole esperienza in campo clinico e regolatorio, registrando i propri prodotti presso le Agenzie del Farmaco di  numerose nazioni europee. Questo processo ha fatto sì che si procedesse all'uniformità ed al miglioramento delle formulazioni di alcune, non tutte, specialità, originariamente concepite dal bisnonno Heinrich, con l'obbiettivo, condiviso anche con le autorità competenti, di salvaguardare efficacia e sicurezza dei medicinali. Voglio, quindi, annunciare, con orgoglio, a tutti i medici, tutti i farmacisti e a chi si cura con i nostri prodotti, che l'azienda ha avviato il processo di deposito dei dossier tecnici per la registrazione dei medicinali Omeopatici del Dr. Reckeweg attualmente presenti sul mercato italiano. Oltre a ciò, sulla sorta delle esperienze maturate in tutto il resto dell'Europa, sono state inoltrate presso l'AlFA, una serie di variazioni innovative sulle formulazioni di alcune referenze con l'obbiettivo di poter distribuire anche in Italia i medesimi preparati già impiegati con successo da migliaia di medici, farmacisti e Pazienti europei".

"Mi auguro vivamente che l'ingente sforzo messo in campo dai nostri partner, possa ricevere il giusto accoglimento dalle autorità competenti, afferma Valentino Corradi Dell'Acqua, Direttore Generale dell'Istituto di Medicina Omeopatica, azienda che sin dalla loro nascita, si è fatta carico della commercializzazione dei medicinali Dr. Reckeweg in Italia. Sono assolutamente convinto che i nuovi contenuti di quanto verrà registrato anche qui da noi, siano la massima espressione della tradizione Omeopatica. l medicinali Omeopatici Dr. Reckeweg sono medicinali Omeopatici complessi. Ciò che garantisce l'efficacia di un complesso è la sinergia di azione tra i vari rimedi contenuti, opportunamente selezionati per avere in comune tra di loro l'indicazione per quel sintomo o quella patologia.

Le rivisitazioni delle formule Reckeweg che verranno depositate, non sono altro che la scelta di diluizioni più corrette, o più sicure dal punto di vista della loro accettabilità sotto l'aspetto tossicologico, e/o l'eliminazione di uno o più rimedi complementari, la cui azione è peraltro già coperta da altri componenti della formula.Non varierà nessun campo d'applicazione di nessun medicinale, ma potremo disporre di nuove formule più snelle, più efficaci, più sicure, ma soprattutto con la maggior esperienza clinica Europea!"

Desideriamo, quindi, precisarle che non  saranno tutte le referenze della gamma Dr. Reckeweg a subire le variazioni: una su tutte, la formula di VC15 forte rimarrà sempre la medesima!

A causa dell'imprevedibilità, sia dei modi sia dei contenuti, dell'accettazione da parte dell'Agenzia Italiana del Farmaco delle domande di variazione, non siamo assolutamente in grado oggi, di prevedere nel dettaglio quando accadrà e cosa cambierà. Il processo avviato, si completerà progressivamente nel corso del 2014 e del 2015. Sarà nostra cura trasmetterle in futuro tutti gli aggiornamenti del caso.

Dal punto di vista regolatorio, vogliamo, sin da ora, sottolineare che nessun prodotto avrà un campo di applicazione differente dall'attuale e che a partire dall'accettazione delle variazione da parte di AlFA, Dr. Reckeweg dovrà iniziare a produrre i preparati secondo le nuove formulazioni. Per ragioni di carattere logistico, è probabile, quindi, che per brevi lassi di tempo nei mesi prossimi futuri, possa essere sul mercato contemporaneamente lo stesso medicinale con due formulazioni differenti: Le assicuriamo entrambe saranno assolutamente conformi e commercializzabili fino alla corretta data di scadenza.

Ringraziandola  per la cortese attenzione e la fiducia che accorda ai nostri prodotti, non ci resta che augurarle buon lavoro con i medicinali omeopatici del Dr. Reckeweg!

Milano, il 17 ottobre 2014

Dr. Reckeweg Italia S.r.l-Istituto di Medicina Omeopatica S.p.A. 

DR. RECKEWEG La tradizione omeopatica europea che nasce, continua e si evolve al passo dei tempi.

ωωωωωωωωωωωω

 

Ho riportato questa lettera che mi è appena stata recapitata con solo qualche piccola correzione ortografica e evidenziando dei passaggi o colorando elementi del testo.

Non faccio troppi commenti perché sono desolato dalla constatazione che deriva, ovvia, dalla sua lettura.

Ho avuto però un attimo di sgomento e mi è tornata, una volta ancora, in mente l’affermazione di Hahneman che ammoniva di difendere l’Omeopatia dagli Omeopati.

La libertà, la difesa del diritto e della conoscenza non sfiorano minimamente i relatori di questa lettera.

Sono consapevoli della vessazione alla quale sono sottoposti e tuttavia l'accettano supinamente sventolando vantaggi che naturalmente non ci sono.

Formule cambiate dopo settant'anni di utilizzo, che dovrebbero mantenere la stessa efficienza (come un cuoco che cambi la sua ricetta millantando di mantenere lo stesso risultato), solamente perché l'incompetenza e il pressappochismo dell'organo normatore obbliga a farlo e non hanno il coraggio etico e civile di dichiarare un vile sopruso a danno di tutta l'Omeopatia e naturalmente dei Pazienti ultima ruota.

Non biasimo la paura delle ritorsioni ma pretendo, come Professionista e come Paziente, che sia dichiarata e non mascherata mimetizzando la realtà.

Non ci sono aspetti positivi in un’arma puntata alla tempia anche con tutta la buona volontà di trovarne.

Se le Aziende produttrici si allineeranno a questo comportamento sarà il colpo più duro che subirà l'Omeopatia Italiana.

Ringrazio, infine, Valentino Corradi Dell'Acqua, Direttore Generale dell'Istituto di Medicina Omeopatica (IMO) per la precisazione, quanto opportuna, sulla funzione dei complessi Omeopatici. 

Paolo Mosconi Medico Chirurgo